Karin Andersen

Karin Andersen (Burghausen, Germania, 1966; diploma Accademia di Belle Arti, Bologna, 1990) è artista visiva e videomaker. 

 

Le sue opere, realizzate in diversi media, sono state esposte a livello internazionale in spazi come Haus der Kunst, München; Galleria d’Arte Moderna, Bologna; Museo Ca’ D’Oro e Ca’ Foscari Cultural Flow Zone, Venezia; Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, San Marino; MUU Gallery, Helsinki; Marina Gisich Gallery, St. Petersburg; Artists Space, New York ed è rappresentata da Traffic Gallery, Bergamo; Guidi & Schoen, Genova e Cannaviello, Milano. 

Nel 2005 è stata vincitrice del Premio Maretti.

 

Dal 2005 ha esteso la sua ricerca artistica nel campo delle immagini in movimento. I suoi lavori di videoarte sono stati selezionati a livello internazionale per festival, mostre, rassegne online e sono stati inclusi diverse edizioni del Videoart Yearbook – Annuario della Videoarte Italiana. Stranger, un suo video realizzato insieme all’artista e musicista Christian Rainer, è stato premiato a festival come Videofreccia (Molinella) e Oblique (Pau, Francia).

 

Karin ha concepito immagini e animazioni sceniche per spettacoli teatrali come Poligraf, regia Massimiliano Briarava, Bologna, 2009 e Angelus Novissimus, regia Alain Béhar, Montpellier, 2014.

 

È stata invitata, in qualità di lettrice, a numerosi convegni e conferenze e ha pubblicato testi su riviste di arte e scienza. È autrice, con Roberto Marchesini, del libro Animal Appeal, uno studio sul teriomorfismo (Hybris, 2003). 

 

www.karinandersen.net