18.08.2021

ARTEMAGAZINE

Asolo Art Film Festival, edizione 2021 online e dal vivo

Sono 80 le opere in concorso provenienti da 62 paesi. La modalità ibrida permette di vedere tutti i film online e le premiazioni e gli eventi culturali in presenza nei due giorni del Festival (sabato 28 e domenica 29 agosto)

TREVISO – In questo 2021 la 39esima edizione di Asolo Art Film Festival, una tra le più importanti rassegne internazionali dedicata al cinema e alle arti visive, si svolgerà in modalità ibrida, online e dal vivo.

Si potranno vedere tutti i film online e le premiazioni e gli eventi culturali in presenza nei due giorni del Festival.

La scelta di questa modalità è stata influenzata dalle difficoltà logistiche dovute al momento. L’obiettivo è comunque quello di offrire a tutti coloro che sono interessati all’arte la possibilità di accedere ad opere particolari, suggestive, evocative che narrano dei linguaggi che l’arte applica all’immagine in movimento restituendo un caleidoscopio internazionale di visioni artistiche e stili interpretativi difficilmente visibili altrove.

Modalità di fruizione delle opere in Concorso 

Sono circa 80 le opere ammesse al Concorso provenienti da 62 paesi, visibili gratuitamente da lunedì 23  fino a domenica 29 agosto previa registrazione sul sito www.asoloartfilmfestival.com.

Il voto del pubblico online si svolgerà fino al 22 agosto per le opere della sezione “Italiae”, dedicata al patrimonio italiano.

Sabato 28 e Domenica 29 agosto, avranno invece luogo gli eventi in presenza al Teatro Duse. Dalle premiazioni dei film vincitori alle tavole di discussione, dalle proiezioni delle opere alle interviste con registi e autori. Si tratterà di due giorni, al contrario dei quattro che normalmente animano il festival, in cui confluiranno una miriade di spunti artistici, riflessioni, modi di intendere l’arte e la vita, senza mai dimenticare il titolo dell’evento, “Fai della tua vita un’opera d’arte”.

Norme di accesso al Teatro ed eventi in presenza

A seguito delle norme vigenti il Teatro potrà ospitare un numero limitato di spettatori, è quindi necessario riservare la propria presenza inviando una mail a info@asoloartfilmfestival.com.

Gli eventi verranno trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube, sui social e sito del Festival. Si inizia sabato 28 agosto, alle 15.30 con la presentazione della sezione “Italiae”, dedicata alle opere che mettono in luce il patrimonio artistico italiano e la rispettiva premiazione. A seguire, i riconoscimenti fuori concorso, le menzioni speciali assegnate da Mediterraneo Film Corto, Ibrida Festival, Festival Internazionale del Cinema di Frontiera e dall’Associazione Asolo Art Film Festival. Alle 17.15 la prima tavola rotonda del festival, “Vero e falso? Verità e manipolazione nei media”, con Piero Deggiovanni, Carlo Sala e Virginio De Maio, incentrata sul superamento dell’influenza mediatica attraverso l’attività artistica, coinvolgente momento di dialogo e confronto. Alle ore 19 Thomas Torelli, Direttore Artistico di Aaff 2021 aprirà ufficialmente la rassegna con il saluto delle autorità e una conversazione con il regista Silvano Agosti.

A seguire, le premiazioni della sezione speciale tema del Festival “Fai della tua vita un’opera d’arte” e l’assegnazione del Gran Premio di Asolo.

A chiusura della prima giornata del festival, la musica live dei “Some are Echoes”, che suoneranno nel cortile del castello regalando melodie legate ai midsummer soudscapes.

Domenica 29 agosto, seconda giornata di Asolo Art Film Festival, si aprirà intorno alle 11 con la tavola rotonda “L’arte come ricerca di una dimensione ideale” con gli artisti Antonella Mason e Giancarlo Onorato. Dalle ore 15 le premiazioni delle sezioni “Nuovi linguaggi” ed “Espressioni Prime”,  ambedue fuori concorso, e delle sezioni storiche in concorso, “Film sull’Arte Lungo e Cortometraggio”, “Film d’Arte/Videoclip Musicale”, inoltre, il riconoscimento fuori concorso “Premio Città di Asolo”.

Alle 19 sarà consegnato il Premio Eleonora Duse a Monica Guerritore. A seguire un dialogo con l’attrice moderato dal giornalista Alessandro Comin.

Chiude il Festival la premiazione della sezione “Film sull’Arte Lungometraggio”.